Un albero per il futuro

Cari amici, l’autunno è arrivato ed eccomi tornata sul blog, con un po’ più di calma e tempo. Come annunciato su Instagram, è arrivato il momento di #unalberoperilfuturo e di programmare la piantumazione di nuovi alberi.

In questi mesi in tanti ci stiamo chiedendo come contribuire al cambiamento, in attesa che i governi si decidano a prendere misure più sostanziali, e in tanti abbiamo deciso di cambiare abitudini, acquistando borracce, sporte di tela, tovaglioli e fazzoletti di stoffa e molto altro. In tanti abbiamo cambiato alimentazione e ridotto i consumi.

Piantare alberi è un altro modo per contribuire nell’immediato alla salvaguardia del nostro bellissimo Pianeta che, come dice un motto ormai popolare, non abbiamo ereditato dai nostri genitori, ma abbiamo preso in prestito dai nostri figli. I vantaggi di un albero sono numerosi, innanzitutto la produzione di ossigeno, senza il quale non potremmo vivere. Ci avete mai pensato a quanto la nostra vita dipenda dal regno vegetale più che da ogni altra cosa? Senza piante si estinguerebbe l’umanità. In secondo luogo, provate a stare in agosto sull’asfalto sotto un albero o sotto al sole e ditemi dove riuscite a resistere più a lungo! Gli alberi abbassano la temperatura della superficie che ci circonda, è un effetto immediato che migliora la nostra vita. Altro aspetto da non trascurare è che se decidete di piantare ad esempio un albero da frutto, questo produrrà cibo ogni anno richiedendo pochissimo sforzo.

Se volete piantare un albero che si trova già in vaso, potete farlo in ogni momento dell’anno, ma vi consiglio l’autunno perché saranno necessarie meno irrigazioni e la pianta avrà il tempo di adattarsi alla nuova collocazione, credetemi, farà la differenza. tra fine autunno e inizio inverno potrete piantare anche alberi a radice nuda.

Io ho acquistato una decina di piante da frutto anche quest’anno, le ho pagate ciascuna 16 euro, una cifra assolutamente alla portata di tutti. Se andate in un vivaio forestale potrete trovare piccoli alberi autoctoni ( farnie, aceri, …) coltivati da seme per circa 5 euro. Per esperienza diretta vi posso dire che un albero più piccolo attecchirà meglio di uno grande e poi crescerà più in fretta e con meno irrigazioni di quelli “pronto effetto”. Inoltre vi consiglio di concimare il meno possibile, e di lasciare le foglie sul terreno. Molti pensano che le foglie sporchino, ecco, secondo me dobbiamo rivedere questo concetto, al massimo è il cemento che sporca il Pianeta, anche se è comodo. Le foglie e gli sfalci di erba si decompongono lasciando un fertile strato di humus, non sottovalutatene la ricchezza!

Se non possedete un giardino, potete comunque piantare alberi in cortili condominiali, giardini di amici e parenti, spazi verdi di scuole e istituti, chiedendo alle amministrazioni, nei giardini di ospizi e comunità,….e in ultima ratio vi restano azioni di guerrilla gardening!

Un albero è anche un bellissimo regalo di Natale, ci avete mai pensato? Se tutti piantassimo un albero all’anno, quanti alberi in più ci sarebbero?

Spero di vedere su Instagram le foto di centinaia di nuovi alberi piantati da voi, usate #unalberoperilfuturo per condividere la vostra impresa ecologica, e godetevi i frutti e l’ombra!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...