Giardino e cosmesi naturale: scrub alla lavanda

Nel precedente articolo sulla cosmesi naturale autoprodotta con le nostre amate piante abbiamo parlato della prima fase della pulizia del viso, il bagno di vapore con fiori ed erbe. Sono sicura che alcune di voi l’hanno già provato (ma non solo le signore) e non ne possono più fare a meno. L’effetto è come quello di una sauna, e il profumo di erbe e fiori davvero rilassante. Un risultato meraviglioso con uno sforzo minimo e una spesa nulla. Il secondo step è lo scrub. Siamo stati abituati a microplastiche e a gel costosi, quando possiamo usare ingredienti davvero economici e già presenti nella nostra cucina, perché vale sempre la regola che se lo puoi mangiare, allora te lo puoi spalmare. Per uno scrub levigante servirà una polvere, un grasso e un fiore o un’erba aromatica.

Tra le polveri possiamo usare lo zucchero, io uso quello bianco perché a grana più fine rispetto a quello di canna, più adatto alla pelle. Se non avete zucchero, può andare bene anche il bicarbonato (o i fondi di caffè, ma questi copriranno l’aroma delle piante, lo preferisco per il corpo). I grassi possono essere del normale olio di semi di girasole bio da cucina, oppure dell’olio di cocco, che io preferisco perché a bassa temperatura diventa solido e ha un buon profumo, oppure avocado, oliva, mandorla, jojoba, o qualunque olio adatto alla pelle che abbiate in casa e che si addica alla vostra epidermide. Poi serviranno erbe o petali. Io uso la lavanda, ricca di olii essenziali e molto rilassante, ma potete usare camomilla, petali di rosa, rosmarino, melissa,… polverizzati con un macinacaffè.

Procedete versando lo zucchero e i fiori in polvere in un vasetto in parti uguali, poi aggiungete l’olio un cucchiaino alla volta e mescolate. La consistenza deve essere compatta, in modo che con le mani riusciate a prelevarne una piccola porzione alla volta. Applicate lo scrub sul viso dopo il vapore, massaggiate e sciacquate. L’olio lascerà la pelle morbidissima, asciugate infine tamponando con un panno.

A costo quasi nullo e senza produrre rifiuti di plastica abbiamo realizzato un prodotto efficace che potete conservare in un vasetto per mesi. Nel prossimo articolo vi spiegherò come preparare una maschera purificante profumata in casa, ricordatevi di iscrivervi al blog per non perdervelo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...