Lost in aprile #1

Aprile, luce e molta ombra

Vivere in campagna durante la quarantena significa non sentire mai rumori, potremmo essere su un’isola deserta e l’effetto sarebbe lo stesso, sembra di essere in una puntata di Lost, tranne per quella mezzora di spesa che ogni 10 giorni circa ci tocca fare. La settimana scorsa è venuto un amico coltivatore a portarci la sua farina, agghindato come per entrare in sala operatoria, ed è stato assolutamente surreale. A proposito, se avete modo, comprate dai coltivatori locali che fanno consegne a domicilio, vanno sostenuti perché senza di loro saremo fritti.

Intanto vanno avanti, tra un po’ di nervosismo di stampo lunare e tentativi goffi di rientrare nei ranghi, i miei progetti orticoli. Come vi dicevo, quest’anno ho il piano ambizioso di produrre tutto da seme, quindi ho il semenzaio strabordante, tra piantine e clamorosi insuccessi dovuti a errori e a gelate tardive che hanno complicato le cose a molti, me compresa (questa estate le albicocche saranno merce rara).

All’interno del semenzaio stanno crescendo pian piano o germogliando diverse varietà di pomodori, peperoncini, cetrioli, zucche, zucchine, porri, cavoli, broccoli, mais, insalate, prezzemolo, aneto, basilico, tageti, biete da costa, rape, zinnie, cosmos, fioridalisi, scabiose, girasoli, echinacee, bocche di leone e altri fiori e ortaggi.

In campo ho già trapiantato i piselli odorosi, i poverini quest’anno sono proprio sfortunati, il primo gruppo è stato divorato da un topino, il secondo invece è stato prematuramente sfrattato dalla serretta per fare spazio alle verdure. Di solito compro molte piantine per l’orto, ma quest’anno sembrava fosse impossibile, così mi sono data da fare, ma lo spazio in serra fredda è limitato, così speriamo non ci siano ulteriori nuove gelate. Oltre ai piselli odorosi, nell’orto stanno crescendo i piselli rampicanti, le fave, le cipolle e le patate, poi ho alcune bietole seminate in autunno e qualche insalata superstite dagli assalti dei pennuti. I cavoli toscano e riccio stanno fiorendo in gruppo, aspetto di salvare le sementi e poi li estirperò per fare posto a piante nuove.

Ho ampliato l’orto aggiungendo 2 grandi letti rialzati, uno 3×4,5m e uno 6×4,5m. Lo spazio da tenere diserbato sarà molto, ma coi letti rialzati la fatica si riduce molto. Vi parlerò di questo metodo in un post a parte, l’anno scorso ho iniziato ad adottarlo e devo dire che non tornerei indietro. Ho anche un’altra zona vangata da poco, destinata alle dalie, perché la bellezza non deve mai mancare, anche in tempi surreali come questo. Ad ogni modo, prima di fine aprile non metterò nulla di più in campo, 2 anni fa venne una gelata tremenda proprio prima di maggio, e distrusse tutto. Un paio di settimane di pazienza faranno la differenza, spero.

Dietro casa cresce tanta ortica all’ombra, le cime le raccoglierò per qualche piattino selvatico, mentre le altre foglie più grandi le userò per il macerato da usare come fertilizzante. Raccolgo circa 1kg di foglie, le metto a fermentare in un secchio con 10 litri di acqua, mescolando ogni giorno con un bastone, e a fermentazione finita filtro e conservo in una tanica. Questo macerato andrà poi diluito 1 a 10 con acqua e usato per annaffiare. Uno degli obiettivi che mi sto dando è di fare il più possibile con quello che il mio giardino mi offre. Il compost, le erbe, la pollina, i rami per l’orto, fare come si faceva una volta, quando non esisteva la grande distribuzione organizzata. Non sto parlando di regresso, ma di decrescita, una parola osteggiata e derisa dai politici della crescita economica, a mio avviso invece un grande insegnamento per smettere di correre verso il burrone. Voglio fare la mia parte. Dobbiamo iniziare a parlare molto di più di decrescita, senza pregiudizi.

Come procedono i vostri orti? Cosa avete progettato per la stagione ventura?

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...